CSB RADIO

04
July
2011

Ritrovare il senso - Quarta e ultima parte

Marco Ferrini

Dentro di noi vi sono potenti energie, aspirazioni elevate, ideali, ed è per realizzarli che dobbiamo superare dipendenze e condizionamenti e trasformare ogni relazione in un rapporto propedeutico e funzionale allo sviluppo spirituale. In questo modo possiamo gradualmente imparare a riconoscere e a seguire quella voce potente e profonda che è la nostra originaria.
La voce del sé, il richiamo del Divino dentro ognuno di noi. Allora scopriremo che le relazioni e le avventure mondane, pur avvincenti che possano sembrare, non potranno mai eguagliare la bellezza delle emozioni e delle esperienze spirituali.
Perché non cedere insulsi pezzetti di vetro per acquisire il magnifico diamante della Bhakti?
Perché non barattare il piacere e la fama mondani per ottenere la realizzazione spirituale, la beatitudine, per dedicarsi alla ricerca di Dio?
Anche chi in questa vita non è stato madre, può fare la meravigliosa esperienza di sentire crescere dentro di sé la creatura della Bhakti, diventando umile, imparando a vincere ogni vanagloria e superbia, affidandosi alla guida di chi è saggio e devoto a Dio, abbandonando ogni tendenza all'auto-referenzialità che è nutrimento dell'ego, che blocca, chiude, distrugge. Per liberarsi dall'ego occorre farsi discepoli di autentici Maestri, essere umili e servire autenticamente.

Questo servire è la chiave di volta per evolvere, paragonabile a quello che in chimica si chiama catalizzatore, senza il quale i singoli elementi non possono attivarsi ed interagire.
Una volta saliti sul vascello della conoscenza spirituale ed iniziato il viaggio, poi dobbiamo proseguirlo e portarlo a termine, stando attenti a non naufragare, a resistere alle correnti che portano fuori rotta, alle tentazioni delle sirene. Se così ci impegniamo, Dio ci sostiene e ci aiuta e potremo sperare di chiudere il bilancio di questa vita in totale attivo, con i rimorsi placati, con gli errori espiati, con tanti desideri spirituali realizzati.
l karma può essere trasceso con una vita dedicata alla purezza e al servizio a Dio. Ed è proprio questo che Krishna chiede ad Arjuna e che Virgilio chiede a Dante e che poi Beatrice esprime con somma veritade.
Occorre cessare di compiere il male e praticare il bene, diventando consapevoli che non è quel bene di per sé che libera, ma il nostro amore per Dio, che si realizza attraverso il servire, offrendo ciò che esiste di bello e buono al Signore, a beneficio di ogni creatura, in segno della nostra devozione. Senza l'offerta a Dio, quei cosiddetti beni sono equivalenti a zero. Solo se offerti al Signore diventano consistenti e di valore, viceversa rimangono nell'ordine delle cose evanescenti di questo mondo.
Quando comprendiamo ciò, la vita acquisisce il suo senso più elevato e ovunque siamo, qualsiasi cosa possediamo, possiamo sperimentare la grandiosità della Bhakti, possiamo comprendere il significato che ha la storia riconoscendo in essa i segni della presenza di Dio, e arrivare alla nostra destinazione solcando i mari con quel legno che varca cantando:
“O voi che siete in piccioletta barca, desiderosi d'ascoltar, seguiti dietro al mio legno che cantando varca, tornate a riveder li vostri liti...”

Condividi questo articolo su:

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.

Annulla Invio del commento in corso...

Sottoscrizione E-Mail

Segui su Facebook

Online Ora

 22 visitatori e 1 utente online

Ultimi commenti

  • Anche le tigri possono diventare violentemente stufe della prigionia e ribellarsi al carceriere...
    Franco Mascolo

    Franco Mascolo

    09. July, 2019 |

  • grazie per ricordarci il vero piano della Realtà, per gradi accessibile...grazie
    Beatrice

    Beatrice

    19. February, 2016 |

  • grazie per questa chiara e vera descrizione, che ci incoraggia al senso di responsabilità personale, grazie
    Beatrice

    Beatrice

    27. January, 2016 |

  • Grazie. Come sempre articoli molto interessanti
    Michele Francesconi

    Michele Francesconi

    29. December, 2015 |

Contatti

Marco Ferrini
blog@marcoferrini.net

Per informazioni, richieste di collaborazione, partnership o segnalazioni ti prego di contattarmi via mail tramite il seguente link:

Scrivimi