CSB RADIO

30
May
2012

La vita come viaggio

Dalla Terra al Cielo Marco Ferrini

 

Marco Ferrini BlogLa vita è un viaggio. Affinché possiamo giungere a destinazione (= la realizzazione della Felicità e dell'Amore), il nostro cammino dovrebbe essere verso una meta deliberatamente scelta, non un vagare, un vagabondare, bensì un procedere veloci nella direzione giusta evitando inutili e pericolose distrazioni, frutto di vanità e illusione.

Nella natura dell’essere umano si celano i vizi, le paure, l’avidità, la collera, l'egoismo, l'orgoglio, ma vi si possono riscoprire anche le grandi risorse interiori, tesori nascosti, capacità enormi che però spesso giacciono latenti, addormentate, sconosciute persino al soggetto stesso. Per questo il viaggio della vita è contrassegnato da incidenti lungo il percorso: deviazioni, rallentamenti o paralisi creati da noi stessi, ma anche causati dagli altri, dall’eredità genetica, dalla cerchia familiare, dai condizionamenti socio-culturali e dallo psichismo stesso dell'ambiente in cui si vive, tutti fattori che hanno grande influenza sulla persona.

 

Uno studente mi chiedeva recentemente se un panorama ameno, un ambiente di bellezze naturali, può influire positivamente sul carattere. Certo. Ma le stesse bellezze possono costituire un ostacolo all’evoluzione, così come un ambiente angusto, brutto, deprimente, può accelerare la nostra realizzazione spirituale; tutto dipende dalla nostra motivazione e da come noi utilizziamo ciò con cui veniamo a contatto. Siamo noi che forgiamo il nostro destino con le nostre mani, noi abbiamo creato il presente, più o meno consapevolmente, e lo stesso succederà per il nostro futuro.

L’organizzazione del viaggio della vita richiede intelligenza, purezza, prudenza, pazienza, estrema attenzione, expertise, sensibilità, tutte le nostre doti migliori. Siamo in un corpo umano e subiamo i limiti e le costrizioni degli umani nella misura in cui ci identifichiamo con il nostro io storico. Ma se consideriamo a fondo la nostra natura, senza lasciarci influenzare dai condizionamenti culturali caratteristici di ogni epoca, se riconosciamo la nostra essenza spirituale più intima, allora capiamo che siamo qui per esprimere ogni nostra migliore potenzialità e sviluppare virtù e conoscenza, che non siamo fatti per vivere in gabbia o rimanere in acque stagnanti e che mantenerci consapevolmente in viaggio è un dovere irrimandabile. Incontreremo ostacoli, asprezze, difficoltà, ma potenzialmente abbiamo anche una forza immane, coraggio, naturale predisposizione per la bellezza, per l’amore, per la libertà e l'immortalità. Il nostro dovrebbe essere un viaggio dalla Terra al Cielo: prendere dalla Terra per dare al Cielo, prendere dal Cielo per portare il Bene sulla Terra, fino a che non vedremo più barriere tra queste due dimensioni perché tutto quel che facciamo fluirà armonicamente per favorire la nostra e altrui evoluzione, sempre e in ogni luogo.

Marco Ferrini

Matsyavatara das

 

Condividi questo articolo su:

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.

Annulla Invio del commento in corso...

Sottoscrizione E-Mail

Segui su Facebook

Online Ora

 45 visitatori online

Ultimi commenti

  • Anche le tigri possono diventare violentemente stufe della prigionia e ribellarsi al carceriere...
    Franco Mascolo

    Franco Mascolo

    09. July, 2019 |

  • grazie per ricordarci il vero piano della Realtà, per gradi accessibile...grazie
    Beatrice

    Beatrice

    19. February, 2016 |

  • grazie per questa chiara e vera descrizione, che ci incoraggia al senso di responsabilità personale, grazie
    Beatrice

    Beatrice

    27. January, 2016 |

  • Grazie. Come sempre articoli molto interessanti
    Michele Francesconi

    Michele Francesconi

    29. December, 2015 |

Contatti

Marco Ferrini
blog@marcoferrini.net

Per informazioni, richieste di collaborazione, partnership o segnalazioni ti prego di contattarmi via mail tramite il seguente link:

Scrivimi