CSB RADIO

21
February
2014

La via regia

Marco Ferrini

La via Regia, Marco FerriniLa scoperta di nuove dimensioni della personalità è la più importante che possiamo fare nella nostra vita. Un viaggio oltre i confini della mente conosciuta, andando oltre l’esperienza che abbiamo fatto di noi stessi fino a quel dato momento.

Alle volte è un’esplorazione che comporta scoperte gradevoli, altre sgradevoli. Come in un vero viaggio si sa da dove si parte, ma non sempre è certo dove e quando si arriva.

Possiamo affermare che la maggior parte della gente non conosce se stessa. Ecco perché da millenni c’è un’ esortazione tra persone di grande apertura e di notevole evoluzione psichica e spirituale che dice: “Conosci te stesso.”

Cosa significa? Uno crede di conoscersi sapendo quando è nato, dove è nato e i più conoscono i loro genitori, ma è una conoscenza superficiale, quasi banale. Tant’è che capita nella vita di fare un’amara esperienza: trovarsi di fronte a chi, nonostante si conosca da decenni, rivela improvvisamente qualcosa di inaspettato di sé, spesso inquietante. Altre volte è un lato sconosciuto della nostra stessa personalità ad emergere, che può essere tanto edificante quanto spiacevole.

Il fatto stesso di essere “agiti” da queste energie e dimensioni latenti ci fa comprendere che non sempre abbiamo controllo sul nostro comportamento, sulle nostre emozioni, sui nostri pensieri, sulle nostre visioni; alle volte è come se fossimo sospinti ad agire in modo non desiderato.

Come possiamo correggere queste tendenze? Attraverso lo Yoga e la meditazione.

Che cos’è la meditazione? E’ il cammino verso l’essenza spirituale della persona.

La ricerca di se stessi rappresenta il substrato della meditazione. Individuare se stessi significa conoscere la nostra natura profonda, non limitarsi ad un livello superficiale e fallace quale quello della percezione sensoriale, ma divenire consapevoli della natura più intima dell’essere umano, motore della vita stessa, sua essenza e identità reale: nella tradizione vedica é detto “atman”, scintilla spirituale eterna.

Lo Yoga della Bhakti è la scienza dell’unione per la reintegrazione del sé individuale con il Sé supremo, la via regia per entrare in contatto con la nostra natura divina e prendere coscienza della presenza di Dio vivendola.

Marco Ferrini (Matsyavatara das)

  • Tags: marco ferrini, realtà, viaggio, yoga

Condividi questo articolo su:

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.

Annulla Invio del commento in corso...

Sottoscrizione E-Mail

Segui su Facebook

Online Ora

 38 visitatori e 2 utenti online

Ultimi commenti

  • Anche le tigri possono diventare violentemente stufe della prigionia e ribellarsi al carceriere...
    Franco Mascolo

    Franco Mascolo

    09. July, 2019 |

  • grazie per ricordarci il vero piano della Realtà, per gradi accessibile...grazie
    Beatrice

    Beatrice

    19. February, 2016 |

  • grazie per questa chiara e vera descrizione, che ci incoraggia al senso di responsabilità personale, grazie
    Beatrice

    Beatrice

    27. January, 2016 |

  • Grazie. Come sempre articoli molto interessanti
    Michele Francesconi

    Michele Francesconi

    29. December, 2015 |

Contatti

Marco Ferrini
blog@marcoferrini.net

Per informazioni, richieste di collaborazione, partnership o segnalazioni ti prego di contattarmi via mail tramite il seguente link:

Scrivimi