CSB RADIO

06
June
2015

Amo questo mondo, tutte le creature e il Creatore.

Marco Ferrini

Amo questo mondo, tutte le creature e il Creatore. Ma nel tempo ho pure cercato di comprendere il perché di tanti paradossi e, di conseguenza, nella vita ho fatto scelte ben precise. Le più antiche e diffuse tradizioni religiose nelle loro sacre scritture definiscono questo mondo variamente, ma sempre come un luogo di dolore e d'impermanenza, in definitiva non confacente alla nostra natura spirituale, la quale è riconosciuta come sat-cit-ananda: eternità, sapienza e beatitudine.

Per i cristiani questo mondo è "una valle di lacrime; per i buddisti "nient'altro che sofferenza", per la Bhagavad-gita "un pericolo ad ogni passo", e simili definizioni si trovano nell'Islam e altrove. Non si tratta dunque di astenersi dal valutare-giudicare, peraltro atteggiamento passivo e poco utile a comprendere come e perché ci troviamo in questa condizione mortale, bensì riconoscere questo mondo come luogo temporaneo, di passaggio, necessario alla nostra purificazione per ascendere alla nostra reale dimora spirituale.

Quindi, se ben comprendiamo, possiamo anche amare questo mondo per l'ottimo scopo cui è deputato; possiamo pure accettare di rinascere e morire qua più volte se ciò fosse necessario alla nostra o all'altrui salvezza, ma non desiderare di restare qua vita dopo vita semplicemente perché non siamo riusciti a discernere tra prakriti e purusha, tra materia e spirito, tra Terra e Cielo, scambiando l'una per l'altro. A Dio piacendo, per divino servizio possiamo rinascere ovunque siamo inviati, ma non perché mancando di discernimento continuiamo a commettere peccati e ad accumulare karma.

Se desideri approfondire, ti consiglio di andare a questo link ove spiego la stessa visione del mondo e della vita.

Ecco il link: LA FUNZIONE EVOLUTIVA DEL DOLORE

Condividi questo articolo su:

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.

Annulla Invio del commento in corso...

Sottoscrizione E-Mail

Segui su Facebook

Online Ora

 20 visitatori e 2 utenti online

Ultimi commenti

  • Anche le tigri possono diventare violentemente stufe della prigionia e ribellarsi al carceriere...
    Franco Mascolo

    Franco Mascolo

    09. July, 2019 |

  • grazie per ricordarci il vero piano della Realtà, per gradi accessibile...grazie
    Beatrice

    Beatrice

    19. February, 2016 |

  • grazie per questa chiara e vera descrizione, che ci incoraggia al senso di responsabilità personale, grazie
    Beatrice

    Beatrice

    27. January, 2016 |

  • Grazie. Come sempre articoli molto interessanti
    Michele Francesconi

    Michele Francesconi

    29. December, 2015 |

Contatti

Marco Ferrini
blog@marcoferrini.net

Per informazioni, richieste di collaborazione, partnership o segnalazioni ti prego di contattarmi via mail tramite il seguente link:

Scrivimi