CSB RADIO

Riflessioni

21
February
2014

La via regia

Marco Ferrini

La via Regia, Marco FerriniLa scoperta di nuove dimensioni della personalità è la più importante che possiamo fare nella nostra vita. Un viaggio oltre i confini della mente conosciuta, andando oltre l’esperienza che abbiamo fatto di noi stessi fino a quel dato momento.

Alle volte è un’esplorazione che comporta scoperte gradevoli, altre sgradevoli. Come in un vero viaggio si sa da dove si parte, ma non sempre è certo dove e quando si arriva.

Possiamo affermare che la maggior parte della gente non conosce se stessa. Ecco perché da millenni c’è un’ esortazione tra persone di grande apertura e di notevole evoluzione psichica e spirituale che dice: “Conosci te stesso.”

Cosa significa? Uno crede di conoscersi sapendo quando è nato, dove è nato e i più conoscono i loro genitori, ma è una conoscenza superficiale, quasi banale. Tant’è che capita nella vita di fare un’amara esperienza: trovarsi di fronte a chi, nonostante si conosca da decenni, rivela improvvisamente qualcosa di inaspettato di sé, spesso inquietante. Altre volte è un lato sconosciuto della nostra stessa personalità ad emergere, che può essere tanto edificante quanto spiacevole.

Categoria: Riflessioni

11
February
2014

Relazioni

Marco Ferrini

Relazioni, Marco FerriniSenza relazioni non è possibile vivere, in quanto cruciali e fondamentali. Buone relazioni possono arricchire le persone in uno scambio reciproco, ma cattive relazioni possono rovinare una vita.
Di relazioni si vive, ma si può anche morire. La più importante di tutte è la relazione con se stessi; se non abbiamo una buona relazione con noi stessi è impensabile poterla avere con gli altri.
Se non siamo capaci di perdonare e correggere i nostri errori, come possiamo perdonare e aiutare gli altri a migliorarsi? Troppo spesso, nel tentativo maldestro di farci del bene, siamo la causa del nostro male.

Questo accade perché tendiamo a un bene egoistico, relativistico, personalistico anziché volgerci a un bene comune, collettivo, universale. Ma una persona che non è in grado di fare del bene a se stessa, non può fare il bene degli altri.

Categoria: Riflessioni

08
February
2014

Quanto conosciamo della nostra storia?

Marco Ferrini

Che cosa ci è accaduto nel corso del tempo e quanto della nostra storia conosciamo?

Generalmente ne conosciamo una piccolissima parte, paragonabile allo spessore di un'ala di mosca. Eppure abbiamo lasciato una scia nello spazio e nel tempo lunga millenni. Quella scia costituisce e segna la nostra storia.

Conoscersi vuol dire anche conoscere la propria storia. Nel nostro peregrinare nel ciclo delle esistenze, possiamo esser stati fate, mostri, criminali, santi, donne, uomini, possiamo esser morti giovani o vecchi, aver sofferto o gioito. La nostra storia è inscritta nel nostro inconscio. Emerge attraverso vritti, samskara e vasaia.

Le vritti sono le onde psichiche che cambiano i nostri quadri mentali. Provengono sia dalle impressioni che riceviamo dall'ambiente che dalle memorie che sono annidate nell'inconscio, i samskara appunto, i quali a loro volta producono le tendenze (vasana) della personalità.

Quanti traumi abbiamo avuto nel nostro travagliato percorso esistenziale e quanti di questi sono stati elaborati e risolti?

PER CONTINUARE A LEGGERE, CLICCA SU "LEGGI TUTTO"

Categoria: Riflessioni

28
January
2014

Qual è il vero successo? (Parte III)

La Lezione più Importante - Marco Ferrini

Il mio percorso di vita e di ricerca spirituale ha sempre avuto come fondamento e filo conduttore gli insegnamenti degli Shastra, i testi che rappresentano le fonti della filosofia perenne dello Yoga della Bhakti, in primis Bhagavad-gita e Bhagavata Purana.

In questo percorso, iniziato nel 1976 con l'incontro con il mio Maestro, Bhaktivedanta Svami Prabhupada, una realizzazione si è sempre più stagliata, impressa e definita nella mia coscienza: la realizzazione della necessità e urgenza di elaborare il rapporto con la morte, propria e altrui, poiché non ci può essere prospettiva di serenità, e che dire di felicità, fintanto che tale rapporto rimane oscuro, tormentato, irrisolto.

Aiutare se stessi e gli altri in un autentico processo di evoluzione significa in prima istanza favorire la comprensione e realizzazione del perché della malattia, della vecchiaia, della morte e ancor prima significa saper rispondere alla domanda: chi muore? Cosa muore?

PER CONTINUARE A LEGGERE, CLICCA SU "LEGGI TUTTO"

Categoria: Riflessioni

20
January
2014

Qual è il vero successo? (Parte II)

Il Filo Conduttore del mio Viaggio Interiore - Marco Ferrini

Avevo intorno ai trent'anni quando ho fatto la scelta risoluta, molto sentita interiormente, di andarmi a ricercare in profondità, per dismettere una ad una le maschere che fino ad allora si erano stratificate sul volto della mia vera identità. Avevo testimoniato i moti del '68 e il tentativo fallimentare di applicarne i valori; cercavo matrici sia culturali che spirituali cui riferirmi per fare un percorso di conoscenza interiore alla ricerca di me stesso e con questo obiettivo cominciai a viaggiare verso est.

Man mano che proseguivo nella ricerca emergevano illuminanti anche le scoperte, che avvenivano puntualmente sempre in concomitanza di incontri con persone speciali.

Attraverso questi incontri facevo la scoperta di mondi interiori che si rivelavano per me affascinanti, anche quando all’esterno queste persone portavano il segno del fallimento sociale, politico od economico.

Nei loro racconti di vita usciva la parte migliore del loro essere, le loro aspirazioni ideali, il desiderio di evolvere, di realizzare la migliore versione di se stessi anche quando essa contrastava con chi erano al secolo, con il loro io storicizzato. In gran parte le loro crisi derivavano proprio dalla tensione, dal conflitto tra ciò che erano e ciò che avrebbero desiderato essere... PER CONTINUARE LA LETTURA, CLICCA SU LEGGI TUTTO

Categoria: Riflessioni

11
January
2014

Qual è il vero successo? (Parte I)

Marco Ferrini

La conoscenza di noi stessi e dell'altro è il primo passo necessario da compiersi se vogliamo evolvere, progredire, star  bene e  realizzare lo scopo della  vita.

Tale conoscenza si acquisisce se prestiamo attenzione al piano intellettuale-razionale ma allo stesso tempo anche a quello emozionale, e soprattutto se andiamo alla ricerca dell'identità spirituale profonda di una persona.

Emozioni e pensieri sono come due correnti di acque psichiche che dovrebbero trovare una loro integrazione sul piano spirituale, essenziale per acquisire una conoscenza profonda di noi stessi e dell'altro e per armonizzare le varie componenti della personalità facendone un modello evoluto e piacevole, capace di interagire costruttivamente con il mondo e con i vari soggetti.

Uno dei principali temi che mi ha da sempre stimolato nella vita è come entrare in rapporto con gli altri, con i nostri compagni di viaggio nel percorso della vita, offrendo a ciascuno un contributo di valore, la possibilità di esprimersi e realizzarsi anche attraverso di noi.... PER CONTINUARE LA LETTURA, CLICCA SU LEGGI TUTTO

Categoria: Riflessioni

01
January
2014

Auguri con il Cuore!

Marco Ferrini

Un Augurio di Felicità

Categoria: Riflessioni

22
December
2013

Un Augurio di Felicità

Marco Ferrini

Un Augurio di FelicitàMolti ricercatori della verità, dai saggi vedici agli stoici greci e romani, dai filosofi ai mistici, agli innamorati di Dio di tutte le tradizioni, sono giunti alla conclusione che ciò che è soggetto a mutamento non può rendere felici.
Eppure ognuno di noi, se veramente lo desidera, ha l'opportunità di imparare a riconoscere e ad avvicinarsi alla sorgente di quel che gli antichi chiamavano beatitudine.

Categoria: Riflessioni

06
December
2013

In omaggio all'opera svolta da Nelson Mandela

Marco Ferrini

In omaggio all'opera svolta da Nelson Mandela, che ieri all'età di 95 anni ha lasciato questo mondo, offro una riflessione sul valore della  libertà. Vuole essere un segno tangibile  della nostra vicinanza ai  valori per i quali Nelson Mandela ha combattuto e sacrificato la vita.

"Se davvero si desidera un'umanità migliore, è fondamentale, oggi più che mai, farsi testimoni e ambasciatori di libertà.

Libertà di espressione religiosa.
Libertà di veder riconosciuti i propri diritti sociali, politici, civili e umani nonostante la razza o l'etnia di appartenenza.
Libertà dai condizionamenti che opprimono la mente e il cuore dell'essere umano.
Come diceva il filosofo greco Epitteto, “nessuno è libero se non è padrone di se stesso”, se non è capace di auto-regolarsi, di dominare le proprie pulsioni ed istinti, di scegliere consapevolmente lo scopo evolutivo e benefico per tutti cui tendere, per il quale vivere, per il quale sacrificare la propria esistenza.
La libertà è un grande valore, soprattuto se la viviamo non come fine a se stessa ma come strumento per condurci al livello più alto di evoluzione, che è l'Amore".

Marco Ferrini

Categoria: Riflessioni

05
December
2013

Tutti pensano...ma quanti sanno pensare?

Marco Ferrini

La disciplina dello Yoga non è quell’esercizio fisico e posturale di moda descritto dalla New Age, bensì ha una struttura culturale e spirituale profonda che spesso non viene neanche presentata e risulta ai più sconosciuta. La psicologia e filosofia dello Yoga serve per conoscersi e migliorarsi, è un viaggio evolutivo per ritrovare consapevolezza, gioia, armonia e libertà nell’universo interiore.

Lo Yoga è una scienza olistica che insegna a divenire consapevoli delle percezioni della psiche e dei sensi. Attraverso i sensi riceviamo continuamente miliardi d’informazioni che poi saranno archiviati dalla mente ed elaborati dall'intelletto. Non filtrare il bombardamento esterno al quale siamo quotidianamente sottoposti, può causare distorsioni e condizionamenti a causa di un errato uso dei nostri organi sensoriali e psichici. Tutti pensano ma non tutti hanno imparato a pensare.

Categoria: Riflessioni

26
November
2013

La virtù della felicità

Marco Ferrini

La virtù della felicitàPossiamo affermare che la felicità non dipende dagli eventi esterni; siamo noi che la creiamo con il nostro atteggiamento, prima dentro di noi e poi all'esterno. Che si stia morendo o che si stia nascendo, che ci si stia addormentando o svegliando, che si stia guarendo o che ci si stia ammalando, in un certo senso non cambia assolutamente niente.

È un vizio pernicioso ritenere che la nostra felicità dipenda dagli altri, da qualcosa fuori di noi, e come tutti i vizi anche questo distrugge le buone qualità e rallenta i tempi per realizzare i nostri obiettivi.

Sentirsi soddisfatti non è frutto di mera fortuna, e nemmeno è semplicemente la conseguenza di attività pie o la ricompensa per non essersi abbandonati ad atti empi. La vera felicità è di per sé una virtù da coltivare, parte integrante della nostra intima natura. Quando una persona si sente autenticamente appagata, non subisce il fascino della trasgressione; quando invece è insoddisfatta viene attratta e agganciata da azioni che infrangono l'ordine cosmico; in effetti è quando si soffre che, nel tentativo di lenire il proprio dolore o la propria frustrazione, ci si avvicina a ciò che è pericoloso, moltiplicando le nostre sofferenze.

È sotto l'influsso del dolore che si corre più frequentemente il rischio di prendere decisioni sbagliate, non quando siamo autenticamente felici.

Categoria: Riflessioni

20
November
2013

Ostacoli

Marco Ferrini

Ostacoli - Marco FerriniL’amore é presente nella forma umana, ma è un sentimento degradato, contaminato, paragonabile all’oro in una miniera. Sappiamo dov’è la miniera, troviamo l’oro, ma occorre l’arte per estrarre il prezioso. Una volta estratto non è ancora l’oro che luccica, che brilla e con il quale si possano fare monili; è un oro racchiuso nella torba da cui deve essere ripulito.

Allo stesso modo l’amore è disponibile anche nell’eros, negli slanci passionali, ma intorbidato dai condizionamenti e dalle nostre tossine psichiche. Dunque, cercare di amare e incontrare degli ostacoli è parte stessa del viaggio evolutivo della forma umana.

Categoria: Riflessioni

19
November
2013

In che modo scegliere di curarsi?

Marco Ferrini

Quando l'Arte diventa Yoga - Marco FerriniSpesso persone gravemente malate o loro congiunti e amici si rivolgono a me chiedendomi consiglio o piuttosto conforto sulla scelta di una terapia; la domanda è: sottoporsi ad una cura convenzionale o alternativa? La questione relativa alla scelta del tipo di cure mediche cui sottoporsi è veramente delicata e di importanza cruciale. Ritengo che soltanto la persona stessa possa prendere una decisione tanto carica di conseguenze, determinante nella propria capacità di affrontare la malattia. Nessuno potrebbe farlo per lei, in quanto tale scelta deriva dal livello di responsabilità che la persona è in grado di assumersi, e ciò implica il suo livello di preparazione: sia interiore (spirituale) che socio-culturale.

Categoria: Riflessioni

22
October
2013

Quando l'Arte diventa Yoga

Marco Ferrini

Quando l'Arte diventa Yoga - Marco FerriniL'ispirazione autentica ha carattere universale ed è la sorgente di ogni elevata espressione della creatività umana costruttiva ed evolutiva, sia essa nel campo dell'arte e della religione, della scienza e della filosofia.

Offro la seguente riflessione ad amiche ed amici, a tutti coloro che da anni seguono i nostri lavori, con i quali ho sovente avuto scambi sul controverso e complesso tema dell'espressione artistica e dell'opera d'arte; e lo faccio, come di consueto, con riferimento alla tradizione dello Yoga, che ha come sommo scopo della vita umana la Liberazione e l'Amore (moksha e premabhakti).

Sono consapevole della delicatezza dell'argomento, in quanto ciò che esprimo potrebbe essere letto come una sfida a gusti e pareri sull'arte da tempo omologati. In realtà da parte mia non c'è nessun desiderio di sfida, bensì di offrire un contributo che possa arricchire lo scambio e la riflessione su tali tematiche.

Categoria: Riflessioni

25
September
2013

Impariamo ad essere noi stessi

Marco Ferrini

Marco Ferrini - Serenità interioreChe collegamento esiste tra identità e personalità? L’identità è paragonabile alle radici di un albero, mentre la personalità è come il mutare delle foglie, il cui colore incessantemente varia nel susseguirsi inesorabile delle stagioni. L’identità sta al vero volto dell’essere, come la personalità sta all’immagine riflessa nello specchio.

La personalità è frutto di un compromesso tra quello che noi vorremmo essere o crediamo di essere e quello che la società vorrebbe da noi. La personalità è una maschera che indossiamo e di cui spesso neanche abbiamo coscienza: la scambiamo per la nostra vera natura e ci identifichiamo con essa, perdendo memoria della nostra identità profonda.

Quest’ultima ha caratteristiche eterne e inalienabili: è il sé che possiamo riscoprire oltre i riflessi cangianti dell’io, è non condizionato dallo spazio o dal tempo, di natura spirituale, con piena consapevolezza e pervaso di beatitudine, quella gioia essenziale che non dipende dagli eventi esterni e che rende completamente appagati.

Categoria: Riflessioni

17
September
2013

Serenità interiore

Marco Ferrini

Marco Ferrini - Serenità interioreLa serenità è uno stato di pace mentale, come ci spiegano i Veda, i primi testi scritti dell'umanità, eccelse opere di visione metafisica e consapevolezza spirituale. Le onde delle acque mentali sono provocate dai pensieri e dalle emozioni e se queste acque non diventano calme, non si può capire cosa ci sia sul fondo della coscienza. Dunque uno dei presupposti fondamentali per riflettere in maniera approfondita e costruttiva, è non avere una mente agitata. Una mente agitata è per definizione un ostacolo alla comprensione. Per favorire la pace e lucidità mentale, occorre liberarsi da quella gabbia senza confini che è la percezione sensoriale e il conseguente turbinio di emozioni e pensieri condizionati e condizionanti che ne derivano.

Ognuno di noi è ad un certo livello di consapevolezza come esito delle proprie scelte.

Marco Ferrini

Categoria: Riflessioni

12
September
2013

Potenza del pensiero

Marco Ferrini

La forza del pensiero - Marco FerriniIn tutte le tradizioni è sancita la forza del pensiero, la cui potenza varia da individuo ad individuo, da circostanza a circostanza.

Gli Shastra - antiche scritture della Tradizione Indovedica - ci informano che il pianeta su cui viviamo è pensiero. L'oceano è pensiero. Tutta la materia, come ci appare, è cristallizzazione del pensiero divino.

Più il pensiero individuale si collega al pensiero divino, più diventa puro ed agisce in sincronia e sinergia con esso, più diventa potente, perché si riconnette ad un campo energetico più grande.

Più il pensiero se ne separa, maggiore e più rapida è la parabola discendente, sino a divenire quasi nullo, qualsiasi fosse l'iniziale livello di potenza. Utilizzarlo, quindi, come strumento dell'ego per ingrandirlo, per moltiplicarne i piaceri, porta all'indebolimento e decadimento delle facoltà psichiche e all'involuzione spirituale dell'essere umano.

- Marco Ferrini

Categoria: Riflessioni

10
September
2013

Maschere

Marco Ferrini

Maschere - Marco FerriniLiberarsi dalle maschere dell'ego, dell'io ingombrante, prepotente, e dittatore, è lo scopo della vita. Fare il gioco dell'ego, entrare nella sua spirale, significa indossare maschere su maschere che peggiorano geometricamente lenostre condizioni di vita.

Uno dei rari maestri della psicologia moderna diceva: "Tutto ciò con cui ci identifichiamo ci domina; tutto ciò da cui prendiamo le distanze possiamo dominarlo". Tale concetto va però chiarito, in quanto potrebbe indurre in grave errore se esteso illimitatamente.

Quando ci identifichiamo in qualcosa di erroneo è certo che si produca un condizionamento negativo, ma non esistono solo situazioni patologiche, perciò va aggiunto che esistono anche la verità e il benessere, e che identificarsi con quest'ultima realtà spirituale permette di disidentificarsi dall'illusione. Tutti i giorni dovremmo celebrare il rito funebre di alcune identificazioni, un'allegorica celebrazione del funerale del falso ego, ovvero di tutto ciò che non siamo, fino a scoprire distintamente al mattino che, prima che il corpo si risvegli e che l'ego indossi le sue maschere abituali, noi già siamo.

La vita e la consapevolezza sono lì.

Marco Ferrini (Matsyavatara das)

Categoria: Riflessioni

25
August
2013

Il potere della visualizzazione meditativa

Marco Ferrini

Non sono importanti gli eventi di per sé. E' decisivo il modo in cui ci rapportiamo ad essi.

La capacità di immaginare è una delle facoltà creative più potenti.

Una volta risvegliata, educata e sviluppata appieno, in maniera luminosa e costruttiva, essa rende la persona sempre più capace di trasformarsi e realizzare i propri sogni.

Così ci dicono gli antichi cantori-veggenti dei Veda e i maestri viventi di questa tradizione che ci ha consegnato la più efficace scienza della meditazione, capace di modificare anche le più antiche e radicate abitudini e dipendenze.

Ma per quale motivo l'immaginazione è così potente?

Poiché le immagini comunicano con forza e immediatezza le nostre emozioni e con la stessa forza e immediatezza trasformano il nostro scenario mentale, emotivo, affettivo e, con esso, la nostra personale realtà bio-psico-spirituale.

Guardate gli occhi e il volto di un bambino che gioca e che ride, o semplicemente rievocate la sua immagine nella vostra memoria: subito vi sentirete pervasi da ricordi ed emozioni.

Poiché il sistema nervoso non distingue tra immaginazione e realtà fisica, le immagini di valore che riusciamo ad evocare e sulle quali impariamo a meditare, producono nella nostra persona quella stessa dimensione di valore. E nella misura in cui trasformiamo il nostro mondo interiore, possiamo acquisire forza, fiducia, coraggio e visione per trasformare e migliorare anche la realtà esterna a noi.

Categoria: Riflessioni

20
August
2013

Il seminario sulla Bhagavad-gita appena trascorso...

Marco Ferrini

Seminario sulla Bhagavad Gita - Centro Studi BhaktivedantaIl seminario sulla Bhagavad-gita appena trascorso mi ha lasciato sentimenti e ricordi bellissimi.

Grazie anche alla partecipazione di ciascuno di voi che era presente, si è creata una condivisione spirituale intensa e profonda, un contesto ideale per studiare ed interiorizzare l'insegnamento conclusivo di Shri Krishna nella Gita, il sovrano segreto, l'essenza della pura Bhakti, l'affidarsi con devozione a Dio.

Ringrazio dunque ciascuno di voi non solo per essere stato presente, ma anche per il modo in cui ha partecipato, che per me è stato di genuina ispirazione per il servizio che ho cercato di offrirvi nel trasmettervi gli insegnamenti sulla Bhagavad-gita così come li ho compresi dal mio Guru Maharaja, Bhaktivedanta Swami Shrila Prabhupada.

Categoria: Riflessioni

Sottoscrizione E-Mail

Segui su Facebook

Online Ora

 99 visitatori online

Ultimi commenti

  • grazie per ricordarci il vero piano della Realtà, per gradi accessibile...grazie
    Beatrice

    Beatrice

    19. February, 2016 |

  • grazie per questa chiara e vera descrizione, che ci incoraggia al senso di responsabilità personale, grazie
    Beatrice

    Beatrice

    27. January, 2016 |

  • Grazie. Come sempre articoli molto interessanti
    Michele Francesconi

    Michele Francesconi

    29. December, 2015 |

Contatti

Marco Ferrini
blog@marcoferrini.net

Per informazioni, richieste di collaborazione, partnership o segnalazioni ti prego di contattarmi via mail tramite il seguente link:

Scrivimi